Documento sulla necessità di votare la sinistra alternativa – Un alternativa per questo paese


Il progetto politico della Federazione della Sinistra guarda alla costruzione di un polo politico della sinistra d’alternativa, capace di ritrovare la forza e l’autonomia per mettere in campo politiche che possano realmente influire sullo stato di cose presente e per soddisfare il bisogno di democrazia reale che in anni di Berlusconismo prima e di governo diretto degli interessi finanziari poi, è fortemente cresciuto tra i cittadini.

Oggi l’Italia è in preda al ricatto delle banche e delle borse. Tutte le dinamiche politiche sono a senso unico in direzione di un “interesse superiore” che inerisce più al profitto che al bene comune. In parlamento non c’è opposizione. PD, UDC, PdL, sono tutti piegati ai dicktat di BCE ed FMI. Il pareggio di bilancio è irraggiungibile e si configura come il pagamento di un danno che non è stato causato da noi. I tagli trasversali necessari a dare alle banche tutto ciò che richiedono significano abolizione dello stato sociale e aumento del costo della vita. Il ricatto della troika va anche oltre all’alleggerimento spietato della spesa pubblica: ci chiedono di rinunciare ai diritti del lavoro. E questo non è funzionale allo sviluppo, non porterà alla piena occupazione, ma è solo grasso che cola per aumentare i profitti. Nel frattempo le università sono al collasso e come soluzione propongono restrizioni dei numeri chiusi e aumento delle rette. Nell’attesa della promessa piena occupazione i licenziati di mezza età, la cui pensione sarà quantomai lontana non sapranno come tirare avanti con la famiglia. Mentre il treno della crisi porterà le sue ricchezze alle banche noi vedremo spegnersi tutte le conquiste sociali di questo mezzo secolo. Si sente l’esigenza di conoscere nuove pratiche.

Questa infatti non è politica, ma cieca obbedienza. L’Italia deve ritrovare la sua sovranità nazionale, possibilmente non per delegarla ai partiti, ma perchè su di essa influisca la volontà attiva delle persone che vivono questo paese. Serve partecipazione e spregiudicatezza. Un voto a sinistra è il solo voto utile, ma la sola garanzia è la mobilitazione dei cittadini e dei lavoratori, come ci insegnano le popolazioni della Val di Susa e il popolo del 31 marzo, sceso in piazza a Milano contro le politiche di questo governo.

E’ il momento di superare le sigle e i paradigmi del passato che condannano la sinistra e il sindacato alla subalternità dei sistemi politici costituiti ormai subalterni alle esigenze e alle logiche della finanza. Bisogna riappropriarci delle pratiche sindacali per avviare una lotta vera e immediata per la difesa dell’articolo 18 e l’abolizione della precarietà. Bisogna riappropriarci delle sedi istituzionali per battagliare contro queste politiche e conquistare margini per segnare altre vie.

Quale bene comune per il nostro paese? Rispetto della volontà popolare, posposizione dell’interesse economico all’interesse comune attraverso l’intervento dello stato sull’economia (nazionalizzazione delle banche, riconquista del diritto dell’Italia a stampare valuta), sostituire le costose grandi opere (tra cui le guerre), che danno profitto ai pochi con le tante piccole opere ad usufrutto dei più (ristrutturazione delle scuole, finanziamenti alla ricerca, all’università, alla sanità ai trsporti), abolizione della precarietà, rispetto della legalità da parte del potere economico e politico, riduzione degli stipendi di delegati istituzionali e dirigenti pubblici e aziendali, tutela dei territori, dell’ambiente e del patrimonio pubblico.

Stefano Biffi – Noi, un Altra Monza

Annunci
Contrassegnato da tag , , , , , , , , , , , , , , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: