NOI, UN’ALTRA MONZA – L’alternativa in città


Il  cambiamento promosso dalla Sinistra alternativa da un anno a questa parte passa anche per le amministrazioni locali: Napoli alla Federazione della Sinistra e Italia dei Valori, a Milano trionfa il candidato di SEL ed FdS con una storica sconfitta delle destre, alle primarie di Cuneo vince il candidato di Rifondazione Comunista, a Genova vince il candidato di SEL, mentre l’alleanza tra FdS e IdV propone importanti possibilità di cambiamento all’insegna della legalità sulle schede elettorali dei comuni siciliani.

A  Monza si è costituito intorno al documento programmatico che alle primarie del centrosinsitra ha sostenuto l’unico candidato alternativo al PD, Francesco Beretta ( http://www.berettapermonza.it/PDF/Programma_completo.pdf ), un folto gruppo di persone ed idee che con un buon sostegno elettorale potrà finalmente influire sulle politiche di governo e amministrazione della città. Esiste un progetto completo e ambizioso, con idee chiare e animi disposti a tutelarle. Si tratta della lista FdS-Noi, un’Altra Monza.

Certo il nostro programma ( sintesi: https://rivoltiamonza.wordpress.com/2012/03/20/breve-sintetico-ed-efficace-programma-della-fds-num/) non si realizzerà tutto e sarà vittima degli inevitabili compromessi di una coalizione. Ma proprio per questo occorre che la Sinistra abbia più potere contrattuale. Dobbiamo spostare l’asse della prossima giunta verso la tutela dei beni comuni.

Qui alcuni punti in cui sarà decisiva una Sinistra forte, mentre sarà condizione necessaria ma non sufficiente la vittoria della coalizione di centro-sinistra:
 – Spingere per internalizzare i servizi comunali, primo importante passo non solo per una gestione più oculata e meglio diretta al pubblico interesse, ma anche per garantire i diritti dei lavoratori di tali ambiti, all’oggi perlopiù precari.
Porre fine alla politica degli sfratti sistematici, per morosi e occupanti, da case pubbliche e private, senza considerare le esigenze sociali ed economiche, nonchè lo stato di salute degli inquilini. Occorre il potenziamento del sistema abitativo comunale per creare soluzioni stabili al problema abitativo, in un tempo in cui la crisi, la cassaintegrazione, i licenziamenti, l’impennata dei mutui a tasso variabile stanno determinando un’emergenza che chiama a gran voce l’impegno della prossima amministrazione.
Deprecarizzare i lavoratori del comune.
Opere di ristrutturazione del patrimonio edilizio delle scuole di responsabilità comunale; restutuzione della dignità sottratta all’ormai disfatta Scuola comunale Paolo Borsa; ristrutturazione immediata di tutte le strutture dell’ISA; permanenza dell’ISA nella Villa Reale; all’apertura di nuovi asili nido, servizio che non si può delegare in toto ai privati. A questi scopi e in riferimento alla costituzione repubblicana, pare più che legittimo riappropriarci dei finanziamenti comunali oggi erogati alle scuole private.
La Villa Reale deve rimanere pubblica: occorre sospendere il bando di gestione vinto da Malegori e Italiana Costruzioni e rivedere il sistema del Consorzio per restituire al Comune di Monza la gestione di un bene che Mariani&Co hanno cercato di espropriargli.

Questi sono solo pochi punti, anche se importanti. Molte delle questioni inserite nel programma di Noi, un’Altra Monza sono le stesse che i cittadini hanno proposto nei Cantieri delle Idee e si trovano oggi nei documenti conclusivi di questa importante esperienza di partecipazione e nel programma ufficialmente depositato dalla Coalizione di centrosinistra: zero consumo di suolo, valorizzazione del patrimonio agricolo della città e della filiera diretta, riconversione produttiva, abitativa e sociale delle aree dismesse,  politiche giovanili trasversali e influenti sulle reali condizioni di vita e sulla cultura dei giovani (con pratiche di autoresponsabilizzazione e autogestione nei servizi culturali offerti), valorizzazione di Monza universitaria.
Su questi punti non ci resta che farci garanti intransigenti del rispetto del programma elettorale. Ma come al solito la sola garanzia rimane la mobilitazione dei cittadini e il loro permanente occhio vigile.

Il nostro impegno va, come sempre, in questa direzione.

Stefano Biffi
Marco Iannone
Candidati al Consiglio Comunale, nella lista FdS-Noi un’altra Monza

VOTA

per

ROBERTO SCANAGATTI SINDACO

Annunci
Contrassegnato da tag , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: