Brianza e Martesana antifasciste!


10351893_662667663827985_7577428778833134563_n

Il giorno 14.06 i Giovani Comunisti di Monza e Brianza hanno partecipato al presidio e corteo antifascista che ha attraversato le città di Carugate e Brugherio, per contestare l’agibilità concessa dalle Istituzioni ai neonazisti del circuito Hammerskin.
Il concerto organizzato dai nazisti come raccolta fondi per il criminale partito greco Alba Dorata ha avuto infine luogo. Come ormai siamo abituati le Istituzioni hanno garantito il regolare svolgimento dell’iniziativa nonostante la natura anticostituzionale e illegale dei soggetti organizzatori. La prefettura non ha opposto divieti all’evento, nonostante i numerosi appelli di ANPI, sindaci e organizzazioni democratiche. La questura, con la fuorviante scusa di assicurare l’ordine pubblico, ha mantenuto la totale segretezza sul luogo di svolgimento dell’iniziativa, arrivando a nascondere al Sindaco di Brugherio che si sarebbe svolta nel suo Comune, così da impedire di fatto qualsiasi tipo di provvedimento da parte delle istituzioni locali.
Per l’antifascismo non si è tuttavia registrata una sconfitta. La risposta del territorio della Martesana e della Brianza non si è lasciata attendere. Il clima di attenzione già da qualche giorno era molto elevato. I giovani dell’Arci Area di Carugate, i partiti antifascisti, l’ANPI, vari esponenti della politica locale, attivisti delle liste civiche dei comuni limitrofi, giovani dei centri sociali: nessuno ha rinunciato a rimarcare la natura antifascista della nostra democrazia. I valori della Resistenza e della Costituzione si sono dimostrati affermati e radicati nella cultura dei giovani, che numerosi hanno partecipato al presidio, e nella Cittadinanza che ha ampiamente solidarizzato coi manifestanti.
La costante attività di monitoraggio e denuncia che le realtà antifasciste stanno svolgendo, mira a diffondere sempre di più tale coscienza antifascista e – non senza registrare i primi risultati – a erodere l’agibilità dei neofascisti, facendo crescere il senso critico e l’opposizione della Cittadinanza a questo genere di eventi. Le iniziative dei fascisti debbono organizzarsi in luoghi privati e in totale segretezza, protetti dai cordoni di Polizia, per sottrarsi alla diffusa indignazione e al ribrezzo che essi stessi ingenerano. Gli atteggiamenti più titubanti di quei “democratici” dimentichi della pericolosità politica delle organizzazione neofasciste, soprattutto in tempi di crisi economica e sociale, debbono sempre di più confrontarsi coi campanelli di allarme e le pressioni del popolo antifascista.

Occorre, senza indugi, mobilitarsi ed organizzarsi, assieme a tutti gli antifascisti, assieme a Rifondazione Comunista, contro questi e futuri atti intollerabili.

Giovani Comunisti Monza e Brianza

Annunci
Contrassegnato da tag , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: