Archivi tag: sinistra monza

L’ODIO DELLE DESTRE NON SI FA ATTENDERE: SOLIDARIETA’ ANTIFASCISTA AL CONSIGLIERE GEROSA


Dopo la presentazione della mozione antifascista in Consiglio Comunale, le reazioni non si sono fatte attendere. Una carica istituzionale come il Presidente della Provincia Dario Allevi ha parlato di “rigurgiti di antifascismo” e di incitamento all’odio e alla violenza. Non poteva esserci risposta migliore alle sue parole che uno dei commenti al suo post su Facebook, in cui un esponente dell’estrema destra minacciava il consigliere comunale di SEL Alessandro Gerosa, presentatore della mozione, di violenza fisica. I Giovani Comunisti di Monza e Brianza esprimono la massima solidarietà ad Alessandro e si impegnano a proseguire la lotta antifascista sia in senso istituzionale (con la già citata mozione di cui siamo tra i principali promotori), sia in senso culturale, continuando a sensibilizzare la cittadinanza sul tema e a tenerla informata sull’inaccettabile rinforzamento delle destre nazifasciste.
Ora e sempre Resistenza!

Giovani Comunisti

GIOVANI COMUNISTI MONZA BRIANZA     
Contrassegnato da tag , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

ANTIFASCISMO E’ DIFESA DELLA COSTITUZIONE


0001

Contrassegnato da tag , , , , , , , , , , ,

PRESIDIO ANTIFASCITA A MONZA 19 OTTOBRE


PRESIDIO ANTIFASCISTA

Sabato 19 ottobre dalle ore 11.30

in PIAZZA CENTEMERO E PALEARI, Monza

 

La recrudescenza del fenomeno neofascista in atto in Europa è ormai giunta al culmine  con l’assassinio degli antifascisti Clément Méric a Parigi nel giugno di quest’anno, e di Pavlos Fyssas ad Atene in settembre per mano di un militante dell’organizzazione neonazista Alba Dorata, cresciuta nel contesto della grave crisi economica e sociale e grazie alle connivenze con settori della Polizia greca.

In Italia la ormai ventennale propaganda omofoba, xenofoba e razzista e la riabilitazione di figure legate al ventennio fascista con l’intitolazione di targhe, strade e monumenti ad opera di partiti che siedono nelle Istituzioni locali e nazionali, ha favorito il proliferare di organizzazioni di estrema destra, con l’inevitabile strascico di manifestazioni e provocazioni.

Solo in Lombardia dall’aprile di quest’anno si sono tenuti ben quattro eventi dichiaratamente fascisti. Ultimo in ordine di tempo il festival Boreal a Cantù in uno spazio pubblico inspiegabilmente concesso da un sindaco di area democratica a Forza Nuova, organizzazione che, dopo la sentenza della Corte di Cassazione del 2010 n. 11, dovrebbe essere al bando nel nostro Paese!

A Monza sono presenti almeno tre associazioni di chiara ispirazione fascista. Lealtà Azione, stabilitasi in via Dante due anni fa, ha recentemente ospitato un’iniziativa con un veterano della Decima MAS che, al fianco dell’alleato nazista, compì eccidi di civili e partigiani tra il ’43 e il ’45. Forza Nuova, rappresentata in città da Leone Crociato, spesso in piazza con  banchetti contro gli immigrati (i volti dei suoi militanti nelle foto pubblicate sul loro blog, sono sempre  mascherati con il teschio simbolo delle SS). CasaPound, i cui militanti si autodefiniscono “fascisti del III° millennio”, presente a Monza dal 2008.

Come in passato questi gruppi strumentalizzano la crisi economica e sociale e il crescente disagio dei giovani e dei cittadini indicando il “nemico” da battere nell’immigrato, alimentando un clima di intolleranza e di conflitto tra poveri.

Le forze politiche e le associazioni  democratiche di Monza sono risolutamente impegnate a contrastare presenza e attività di queste organizzazioni e rivolgono questo appello alla città, alle donne e agli uomini della cultura, dell’arte e della politica affinché cada il muro dell’indifferenza, già fonte nel passato di pericolose derive.

Medesimo impegno può e deve assumere la nostra Amministrazione Comunale alla quale chiediamo, nel rispetto della nostra Costituzione conquistata – è bene ricordarlo – con il sacrificio di tanti partigiani e antifascisti caduti e deportati anche nella nostra città, di inserire nel regolamento per la concessione degli spazi pubblici, il requisito “ANTIFASCISTA”.

Monza, settembre 2013

ADESIONI

ARCI Scuotivento, Città Persone Lista Civica Faglia, Giovani Comunisti, Partito della Rifondazione Comunista Circolo “Peppino Impastato”, UDS Unione degli Studenti, SEL Sinistra Ecologia e Libertà Circolo di Monza, Partito della Rifondazione Comunista Federazione Monza Brianza, Partito Democratico, Comitato Beni Comuni Monza Brianza, Partito dei Comunisti Italiani Sezione “Emilio Acerbi”, Centro Culturale Ricerca CCR, Partito Comunista dei Lavoratori Monza Brianza, Osservatorio Democratico sulle nuove destre, Associazione Culturale NOVALUNA, Comitato per il Parco “A. Cederna”, Comitato “La Villa Reale e’ anche mia”, Partigiani Cristiani, Coordinamento Inquilini Alloggi Comunali, Azione Civile Monza Brianza, CGIL- CISL- UIL Monza Brianza, Associazione Culturale San Fruttuoso, Osservatorio Antimafie Monza Brianza

20131019-monza

Contrassegnato da tag , , , , , , , , ,

#7 LUGLIO – LA RISPOSTA DI MONZA


7 luglio 2013. Monza risponde degnamente all’oscenità dei manifesti comunali inneggianti all’arrivo di Napolitano. Centinaia di poliziotti, le vie della città impercorribili, la Villa Reale e i giardini chiusi per tre giorni: questi i preparativi per l’arrivo dei massimi esponenti del potere politico, col Presidente della Repubblica, anche Letta e Maroni. La loro iniziativa per l’inaugurazione della sede legale di Expo in Villa Reale sarà privata, lontana dagli occhi e dai bisogni di noi cittadini. A tutto questo Monza ha risposto.
Eravamo in piazza per dire che gli organizzatori e gli ospiti di quest’iniziativa sono i responsabili dell’orrenda politica che in questi ultimi tempi ha governato l’Italia: coloro che per ridurre il debito e ripagare le banche hanno strozzato l’economia reale di questo paese; coloro che hanno fatto passare come fatale e ineluttabile la distruzione dei diritti del lavoro conquistate in 50 anni di lotta sindacali, cosa che è in realtà nel solo interesse dei grandi gruppi industriali, di chi sul nostro lavoro fa profitti continuando ad arricchirsi nonostante la crisi; coloro che hanno annullato la dialettica politica, consegnandoci governi unitari, privi di opposizione, incontrollati, spregiudicati.
Ecco perché almeno mezzo migliaio di persone ha sentito la necessità di scendere nelle vie della città, per testimoniare che qui la gente non è passiva, ma osserva, valuta, ragiona e denuncia una politica lontana anni luce, tanto dagli interessi del popolo, quanto dal lume della ragione.
E’ infatti irragionevole ritenere che Expo porti sviluppo e occupazione. Quale sviluppo, se dall’evento le nostre istituzioni locali ne escono maggiormente indebitate, in una fase in cui i soldi mancano anche per i servizi fondamentali? Quale economia gira? Non certo ne beneficia il sistema produttivo. Semmai girano i soldi (spesso sporchi) dell’industria del cemento, con grande e nefasto impatto ambientale e urbanistico. Quale occupazione si crea? Lavori occasionali, da sei mesi i contratto, buoni solo per riproporre il paradigma del lavoratore sottopagato e senza tutele come soluzione per risollevare l’economia. Se un’economia si riprende in questo modo di sicuro ne saremo tagliati fuori noi giovani: sei mesi di salario non ci danno né potere d’acquisto, né la prospettiva di costruirci una vita, un futuro.
Il 7 a Monza eravamo forse un’avanguardia. Noi continueremo a lavorare per fomentare e organizzare il dissenso. Perché la nostra organizzazione, dei giovani e dei lavoratori, ci renda sempre meno passivi, sempre più protagonisti, sempre più d’ostacolo alla realizzazione di un mondo in cui le esigenze delle persone sono ai margini della politica, che si occupa frattanto solo di banche, affari privati ed esposizioni.

GIOVANI COMUNISTI MONZA E BRIANZA

ostenda-6_600Giovani Comunisti

 

Contrassegnato da tag , , , , , , , , , , , ,

FESTA DI TESSERAMENTO


FestaDItesseramentoVENERDI 7 GIUGNO ORE 19.00

VIA ORSINI 4A MONZA presso la sede di RIFONDAZIONE

FESTA DI TESSERAMENTO

Contrassegnato da tag , , , , , , , , ,

QUESTO NON È UN ADDIO COMPAGNO CHAVEZ!


Non vogliamo ricordarti come un capo di stato, un leader internazionale, un patriota nazionale, vogliamo ricordarti come un Compagno.

Compagno di sventure, come il tuo cancro che ti ha consumato fino ad oggi 5 marzo 2013, nonostante le migliori cure ricevute a Cuba.

Sventure come il golpe del 2002 da cui sei uscito vittorioso affossando il nemico del popolo, la borghesia finanziaria occidentale.

Ti ricorderemo in particolar modo come Compagno di viaggio in una vita di successi: ogni elezione ed ogni referendum vinto a larga maggioranza e con la piena partecipazione del popolo.

Successi riconosciuti in tutta l’America Latina, che ti sorride e ti ricorda in questo momento di tristezza; la rinascita del socialismo nel nostro secolo è avvenuta anche grazie alle tue scelte e alle azioni dei tanti militanti che da anni ti sostengono e ti acclamano.

“A coloro che mi augurano la morte, io auguro una lunga vita, perché possano vedere la Rivoluzione Bolivariana continuare ad avanzare di battaglia in battaglia e di vittoria in vittoria” questa frase lapidaria diventa un testamento politico, scolpito a chiare lettere per le lotte presenti e future.

Ci uniamo alla sofferenza della tua famiglia ma non ci piangeremo addosso: “ognuno di noi da solo non vale nulla” ci ricorda il Che; tu e la tua gente avete contribuito al risveglio di una coscienza di classe da troppi anni assopita e la perdita di un uomo non arresterà questo processo di rivoluzione.

Tutti gli oppressi del mondo dovranno riflettere sulle tue azioni, per comprendere appieno la forza del socialismo reale, la forza che il comunismo può sprigionare in un mondo condannato dal capitale e dalle sue crisi.

Auguriamo al tuo successore, Nicolas Maduro, di combattere, come ha combattuto sempre all’interno dei primi sindacati, a sostegno del popolo e dei lavoratori.

Simon Bolivar e la sua rivoluzione vivono, e con essi Hugo Chavez vegliano sui movimenti rivoluzionari di tutto il mondo.

 ostenda-6_600

Giovani Comunisti – Monza e Brianza

Contrassegnato da tag , , , , , , , ,

TRE VOTI PER CAMBIARE


DOMENICA 24 E LUNEDI’ 25 FEBBRAIO

ALLA CAMERA E AL SENATO “RIVOLUZIONE CIVILE

INGR LOGO QUARTO STATO1E7okA4

IN REGIONE LOMBARDIA “ETICO A SINISTRA

a sostegno di AMBROSOLI

Senzanome

marcellosilva2013.wordpress.com

 

www.rivoluzionecivile.it

Contrassegnato da tag , , , , , , , , , , , , , , , , ,
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: