Archivi tag: terrorismo

Islamisti “buoni” e islamisti “cattivi”


Cosa non torna nella vicenda delle due “cooperanti” italiane rapite in Siria.

marzullo-ramelli3

A 5 mesi dal rapimento si torna ad avere notizie delle due ragazze italiane rapite in Siria tramite un video pubblicato su Internet. Nel video Vanessa Marzullo e Greta Ramelli appaiono stanche ma in salute, vestite di una tunica nera che lascia scoperto il volto, chiedono che il Governo italiano e i suoi mediatori facciano di tutto per liberarle e affermano di essere in pericolo di vita.

Il video, pubblicato su Twitter dal giornalista arabo Zaid Benjamin, è stato considerato autentico dai servizi segreti italiani (ma definito “ambiguo” da Al Arabiya) e sembra confermare il fatto che sia in atto una negoziazione tra la Farnesina e i carcerieri delle due italiane. A tenere prigioniere le due ragazze è il fronte terrorista siriano al-Nusra parte dei ribelli siriani e braccio armato di Al-Qaida in Siria. Secondo il quotidiano giordano Assabeel le due prigioniere sarebbero state catturate dal gruppo Liwa Shuhada al-Islam nei dintorni di Aleppo e poi, secondo il quotidiano libanese Al Akhbar, vendute a vari gruppi di ribelli per poi arrivare nelle mani di al-Nusra.

Marzullo e Ramelli erano arrivate in Siria il 28 luglio 2014 ed erano state rapite il 31 agosto dai loro ospiti siriani, molte cose però non tornano in questa storia. Continua a leggere

Contrassegnato da tag , , , , , , , , , , , , , ,

Obama Bin Laden. Come e perché gli Usa hanno creato l’ISIS


ISIS_flag_madeUSA-300x199La drammatica e apparentemente inarrestabile ascesa dell’Isis ha riportato l’attenzione mediatica sul martoriato Iraq, caduto nel dimenticatoio dopo il ritiro delle truppe americane. I mezzi di informazione sono prodighi di informazioni nel descrivere le atrocità del Califfato, ma reticenti nel raccontare chi siano i suoi membri e quale sia la sua origine. Lo Stato Islamico di Iraq e Siria (questo il nome completo) non è una forza apparsa improvvisamente dal nulla, ma il figlio diretto delle politiche dell’imperialismo americano in Medio Oriente che ha le sue radici nel conflitto siriano e nel caos dell’Iraq post-Saddam. Per capire meglio qual è il ruolo dell’Isis è necessario fare una breve analisi sulla strategia americana nel mondo arabo negli ultimi 30 anni. Continua a leggere

Contrassegnato da tag , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: